Menu

In cucina

Locandina_InCucina

Prodotto nel 2007

La storia ruota attorno a tre coppie di coniugi, dalla diversa estrazione sociale, che si fanno visita per tre anni successivi alla vigilia di Natale. Per una serie di irresistibili contrattempi, ogni volta il party finisce per svolgersi solo nelle rispettive cucine….



con Camilla Carosi, Serena Cossa, Stefania De Ruvo, Alessia Maurizi, Alfonso Ramazzotti, Alessandro Tagliapietra, Emilio Toffano

regia di Luigia Bisceglia, Andrea Rotelli

dietro le quinte Massimo Duranti, Massimo Giuliani, Valter Pierangeli

repliche:
   03/08/2008 - ore 21.30 - Corte del Castello - Falconara (AN)
  13/07/2008 - ore 21.00 - Piazza del Plebiscito - Ancona
  12/07/2008 - ore 21.00 - Piazzetta del Pinocchio - Ancona
  15/06/2008 - ore 21.00 - Teatro Dorico - via delle Grazie, 108 - Ancona
  15/02/2008 - ore 21.00 - Teatro Valle - Chiaravalle (AN)
  28/10/2007 - ore 17.00 - Caldarola (MC)
  27/10/2007 - ore 17.00 - c/o IKEA - Camerano (AN)
  20/10/2007 - ore 20.45 - Teatro Sperimentale - Ancona
  13/10/2007 - ore 21.00 - Teatro Alfieri - Montemarciano (AN)
  15/07/2007 - ore 21.00 - Priolo Gargallo - Siracusa


note di regia:

Alan Ayckbourn, commediografo inglese contemporaneo, è un Neil Simon in versione british, che in ogni sua commedia costruisce perfetti meccanismi comici che sollecitano immediatamente l’attenzione del pubblico. E lo fa sposando totalmente la classica forma della "farsa dell'inglese", ma nel contempo rinnovandola con i temi a lui cari tratti dalla realtà dei rapporti interpersonali e del costume odierno.

Suo è l’aforisma: “La commedia è una tragedia interrotta”.

E proprio in questo spettacolo il cui titolo originale è “Absurd Person Singular” per noi più semplicemente “In Cucina” che in alcuni momenti non sappiamo se ridere o salire sul palco e dare una “pacca di comprensione” sulla spalla di alcuni personaggi che sono indubbiamente ad un punto orrendo della loro vita. Ciò non toglie che subito dopo qualcosa di esilarante accada e lo spettatore si sente quasi tranquillizzato.

La storia ruota attorno a tre coppie di coniugi, dalla diversa estrazione sociale, che si fanno visita per tre anni successivi alla vigilia di Natale. Per una serie di irresistibili contrattempi, ogni volta il party finisce per svolgersi solo nelle rispettive cucine. In casa della coppia piccolo borghese si vive la tragedia dell’acqua tonica che la padrona di casa ha dimenticato di comprare, in quella della coppia intellettuale aleggia la patologica depressione della moglie che fa di tutto per suicidarsi, senza che nessuno degli ospiti se ne accorga, e infine in quella della coppia più altolocata, un po’ in rovina, si gela perché il riscaldamento si è rotto e la padrona di casa delira ubriaca. Parallelamente, in dinamiche divertenti, i destini iniziali si ribaltano: gli squallidi arrampicatori sociali sono ormai alla vetta del successo e gli altri sono costretti a stare al loro gioco.

Amaro e realistico, il testo non annoia e sfrutta tutto lo spazio per far ridere di gusto e, con semplicità; i colori seguono il deterioramento morale della scena: la bugia, la finzione, la furbizia dell’arrampicata sociale colgono lo svolgimento dei rapporti sociali, con uno sguardo molto penetrante.

Il Recremisi con questo spettacolo è stato tra i finalisti del IV Premio letterario teatrale Nino Martoglio. Già vincitore della scorsa edizione, il gruppo ha infatti rappresentato le Marche nelle fasi conclusive della manifestazione di Priolo Gargallo, nei pressi di Siracusa, che è terminata il 15 settembre 2007 con la proclamazione della compagnia vincitrice tra le 12 finaliste.
La rappresentazione della commedia nel delizioso comune siciliano ha riunito oltre 800 spettatori ricevendo una caldissima accoglienza.





11.jpg
90.JPG
91.JPG
92.JPG
93.JPG
94.JPG
95.JPG
01.jpg
02.jpg
03.jpg
04.jpg
05.jpg